9 sane abitudini

Ormai lo sappiamo, ci sono abitudini che più di altre ci aiutano a stare bene e a creare la vita che desideriamo (che spesso si traduce per tutt* in una vita appagante, in cui ci sentiamo bene con noi stess* e in cui ci possiamo dedicare a ciò che sentiamo essere il nostro scopo di vita). Queste abitudini vanno ad agire sul nostro stato di salute, sulla riduzione dello stress (a quanti stimoli siamo sottoposti ormai?) e sul valore che ci diamo. Ovviamente ognuno ha il proprio background e quindi eventuali difficoltà a portare avanti determinate abitudini, quindi iniziate con calma come vi suggerisco qui oppure se necessario affidatevi a qualche professionista che possa aiutarvi. Nel mio caso introdurre a poco a poco queste abitudini (di cui parleremo tra pochissimo) nella mia vita mi ha cambiato completamente e mi hanno portato ad essere la persona che volevo. Ho imparato a nutrirmi per davvero, in modo da dare energia al mio corpo, ho imparato ad essere più calma, più centrata, a godermi il presente, ad essere focalizzata su ciò che è in mio potere, per godermi ciò che c’è e allo stesso tempo costruire consapevolmente la vita che desidero per me stessa (e in realtà per il mondo in generale). Non dimentichiamoci mai che corpo, mente, emozioni ed energia sono connessi: ogni piccola azione influenza il nostro intero sistema personale (e anche quello più allargato, collettivo); in particolare quando il nostro corpo è sano, quando le nostre radici sono ben salde, possiamo permetterci di innalzarci verso l’alto con sicurezza e forza. Ma quali sono queste abitudini? Ho iniziato con piccoli accorgimenti fino a rendere il “mangiar sano” un’abitudine di base come quella di lavare i denti. Ma iniziare a prenderci cura anche del nostro sonno è fondamentale: quando dormiamo il nostro corpo rallenta le sue funzioni, quindi la pressione sanguigna si stabilisce, i tessuti vengono rigenerati, le tossine sono eliminate. È fondamentale anche per il nostro cervello poiché durante il sonno alcune connessioni sinaptiche vengono consolidate mentre altre – considerate irrilevanti – indebolite. La mancanza di sonno altera il nostro ritmo circadiano e rallenta la capacità di comunicazione fra i neuroni di alcune parti del cervello, fra cui quelle che presiedono alla memoria e alla percezione visiva. Da dove iniziare quindi per dormire meglio? La maggior parte di noi, a causa dello stress, delle preoccupazioni, del continuo proiettarsi verso l’esterno, non è presente nel corpo e questo impedisce di sfruttare pienamente la propria capacità polmonare. Ciò non porta soltanto a problemi fisici: parliamo forse prima ancora di problematiche psicologiche ed emotive, perché non respirare a pieni polmoni ci permette di sentire di meno ogni cosa, di percepire il mondo esterno in maniera ovattata. Tu cosa hai paura di sentire pienamente? Se provi a farlo, vedrai che ti aiuterà anche a svegliarti con più leggerezza, con meno ansia, perché già ti è tutto chiaro, sarai più focalizzata e più produttiva, nel senso che sprecherai meno tempo (e questo ti permetterà di averne di più per fare altro, magari per te stessa!). Prima pensavo di non avere il tempo per leggere un libro, invece facendo in questo modo riesco a leggerne anche due al mese (ovviamente dipende dal tipo di libro) C’è qualcuna di queste abitudini che anche tu già porti avanti? Se no, da quale ti piacerebbe cominciare?